Kougelhopf d’Alsazia

kougelhopf d'Alsazia
Print Friendly

Kougelhopf d’Alsazia

By dicembre 21, 2016

kougelhopf-dalsazia-1kougelhopf-dalsazia-2

  • Tempo di Cottura : 55 minuti
  • Resa : 10 persone

Istruzioni

Come trattare l'uvetta

Mettete in acqua tiepida l'uvetta e lasciatela in ammollo per 5 minuti. Dopo scolatela e rimettetela in ammollo in acqua pulita e fredda per 5 minuti. Scolate nuovamente l'uvetta, sciacquatela sotto l'acqua corrente, aiutandovi con un colino e immergetela in una dose di rum sufficiente a sommergere completamente l'uvetta e lasciatela macerare per un'intera notte. Il giorno dopo, scolate l'uvetta molto bene e avvolgetela stretta nella carta assorbente formando una sorta di salsicciotto e strizzatelo tra le mani. Prendete della nuova carta assorbente e arrotolate nuovamente l'uvetta in quest'ultima e lasciatela per qualche ora ad asciugare. Se lo ritenete opportuno cambiate ancora la carta assorbente fino a quando l'uvetta non sarà del tutto asciutta. Vi consiglio di effettuare questa operazione almeno 8 ore prima della lavorazione dell'impasto, in modo da assicurarvi che l'uvetta sia perfettamente asciutta. Al momento dell'utilizzo ripesate l'uvetta ché nel frattempo sarà aumentata di volume.

Per l'impasto

Iniziate l'impasto lavorando la farina con il latte, il lievito sbriciolato e il 50% della dose di uova prevista. Lavorate la massa fino a quando sarà una massa unica (foto 1), a questo punto aggiungete, poco per volta, altre piccole dosi di uova fino ad esaurimento, cercando di non superare mai i 26°C al cuore dell'impasto durante la lavorazione. Unite il sale, poi lo zucchero sempre in piccole dosi e assicurandovi che la dose precedentemente inserita sia stata assorbita del tutto dalla massa. Quando avrete ottenuto un impasto liscio e ben incordato (foto 2) passate all'inserimento del burro, anche qui, in piccole dosi e stando attenti a non perdere l'incordatura dell'impasto. Terminata la lavorazione unite l'uvetta ben asciutta e lavorate ancora con la planetaria per qualche minuto, fino a quando non sarà uniformemente distribuita.

Ponete l'impasto a lievitare per circa 60 minuti a 26-27 °C, in una boule coperta con carta pellicola. Trascorso questo tempo pezzate (tagliate e pesate) l'impasto, ottenendo un panetto da 1,100 kg, pirlate (arrotondate) e fatelo riposare per 15 minuti (foto 3). Create un incavo al centro del panetto con il pollice e l'indice (foto 4) e ponete nell'apposito stampo precedentemente imburrato con le mandorle posizionate in ogni singola scanalatura sul fondo (foto 5, 6).

Cottura

Lasciate lievitare fino a quando l'impasto non raggiungerà 2 cm dal bordo dello stampo (foto 7). Preriscaldate il forno statico a 180° C e quando sarà pronto infornate per un tempo di  circa 55 minuti.

Sfornate e fate raffreddare il dolce. Spolverizzate con lo zucchero a velo vanigliato e servite.

Per curiosità, dubbi, domande relative alle nostre ricette e non solo, veniteci a trovare sulla nostra pagina Facebook  o su TwitterPinterest, ed Instagram. Praticamente ci trovate ovunque.. :D

Se vi piacciono le nostre ricette e se volete rifarle e fotografarle, taggateci nelle vostre foto di instagram come ilcantucciodiromeo!

Print Friendly
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *