Confettura di pesche e cardamomo

Confettura di pesche e cardamomo

 

Serena ed io siamo entrate, esattamente un anno fa, a far parte di un gruppo di foodblogger pazzesco: le bloggalline. Un mondo esaltante, fatto tutto di donne (o quasi) dinamiche, affiatate  e coinvolgenti. Ho scoperto i loro blog eccezionali e sempre in fermento. E proprio curiosando da un blog all’altro, sono incappata in quello di una ragazza sorprendente: Valentina Cappiello e mi sono imbattuta nella ricetta di una confettura FANTASTICA! Ho sempre fatto le confetture, ma ignoravo l’esistenza del metodo di Christine Ferber, ma grazie alla ricetta di Valentina (e della magnifica Monica Zacchia, fautrice ufficiale del divulgazione di tale procedimento) ecco che mi si è svelata una tecnica che mi ha permesso di avere una confettura di pesche perfetta e in un terzo del tempo che mi serviva prima. Ora non vi resta che provare 😀 Io logicamente sto già pensando a qualche altra prelibatezza da proporvi 😀

Print Friendly

Confettura di pesche e cardamomo

By settembre 26, 2016

Fasi del procedimentoFasi del procedimento

  • Tempo di Preparazione : 15minuti
  • Tempo di Cottura : 30minuti

Istruzioni

La sera prima sbucciate le pesche e riducetele a fette. Estraete i semi dalle capsule di cardamomo e con un pelapatate o un coltello molto affilato prelevate la buccia da 1 limone non trattato, avendo cura di non tagliare anche l'albedo che potrebbe poi rendere amara tutta la confettura. In una boule di ceramica (mi raccomando non di acciaio perché potrebbe ossidare tutta la frutta), unite le pesche tagliate, lo zucchero, la buccia del limone, il succo di mezzo limone e i semi di cardamomo. Mescolate, ricoprite tutto con della pellicole per alimenti e fate riposare una notte in frigo (foto 1).

Il giorno dopo prelevate la frutta che avrà l'aspetto di una macedonia (foto 2) e separatela dallo sciroppo che si sarà formato(foto 3). Mettete lo sciroppo in una casseruola dal fondo spesso e portatelo a bollore (foto 4), quindi inserite la frutta e portate a bollore, assicurandovi di eliminare la buccia di limone (foto 5). Fate sobbollire per circa 20-30 minuti, mescolando di tanto in tanto per non far attaccare la frutta sul fondo del tegame. Vedrete ad un certo punto che le pesche diventeranno traslucide (foto 6), questo è il segnale che sono pronte. Spegnete il fuoco e con un frullatore ad immersione frullate la pesche. Rimettete sul fuoco e fate sobbollire per ancora 5 minuti. Spegnete e con un mestolo di legno, mescolate per 5 minuti (foto 7).

A questo punto la confettura sarà pronta e potrete versarla in vasetti di vetro precedentemente bolliti per 15 minuti insieme ai loro coperchi e perfettamente asciutti. Riempite i boccacci fino alla spalla (foto 8).

Quindi procedete con la sterilizzazione. Chiudete bene i vasetti con i loro tappi "twist off" (quelli con il rigonfiamento al centro) e passateli in forno a 180°C per 11 minuti. Spegnete il forno, aprite lo sportello e lasciate raffreddare i vasetti per qualche minuto, dopodiché li capovolgerete, lasciandoli raffreddare completamente.

Questo procedimento, oltre a sterilizzare ulteriormente i vasetti in quanto in forno la confettura riprende il bollore, permetterà anche all'aria all'interno di consumarsi per cui i contenitori andranno sottovuoto, consentendo così alla confettura di conservarsi inalterate per mesi.

Per curiosità, dubbi, domande relative alle nostre ricette e non solo, veniteci a trovare sulla nostra pagina Facebook  o su TwitterPinterest, ed Instagram. Praticamente ci trovate ovunque.. :D

Se vi piacciono le nostre ricette e se volete rifarle e fotografarle, taggateci nelle vostre foto di instagram come ilcantucciodiromeo!

 

 

Print Friendly
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

2 Responses to Confettura di pesche e cardamomo

  1. raffaella

    è una confettura spettacolare, non ho ancora provato il metodo ferber ma la tentazione è grande e ho anche un cardamomo che meriterebbe un degno utilizzo come questo :)
    bacio
    raf

    • Eleonora

      Ciao Raffaella 😀 Da quando abbiamo scoperto questo metodo sul blog di Valentina Cappiello non abbiamo resistito. Dovevamo provarlo. Poi, adorando il cardamomo, il resto è venuto da se 😀 Provala, non te ne pentirai. La mattina è un delirio aprire quel barattolo. Un bacione e grazie di essere passata.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *