Confettura di susine rosse alle spezie

Confettura di susine rosse alle spezie

Amo molto i profumi delle spezie, soprattutto credo che diano nuova vita ai soliti gusti ed esaltino gli aromi. Per cui appena posso sperimento nuovi abbinamenti. In questa confettura di prugne le spezie aggiungono quel tocco che dona un sapore orientale, tanto da ricordare i profumi dei dolci marocchini.

 

 

Print Friendly

Confettura di susine rosse alle spezie

By giugno 25, 2014

Fasi del procedimento

Fasi del procedimento

  • Tempo di Preparazione : 15minuti
  • Tempo di Cottura : 40minuti
  • Resa : 5/6 vasetti da 350 ml

Istruzioni

Laviamo, denoccioliamo e tagliamo a pezzetti le susine (foto 1). In un mortaio pestiamo i chiodi di garofano e le bacche di ginepro. Tagliamo a pezzettini lo zenzero candito (o grattuggiamo la radice di zenzero fresca, nel caso in cui si utilizzi questa). Misceliamo lo zucchero e la pectina insieme e aggiungiamoli a freddo alla frutta.

Versiamo tutto all'interno di un capiente tegame dal fondo spesso, insieme alle spezie pestate, la buccia e il succo del limone, la stecca di cannella, lo zenzero e il distillato di prugne (foto 3).

Mettiamo su fuoco vivace e facciamo raggiungere il bollore. Nel frattempo il composto tenderà a formare una schiuma in superficie che provvederemo ad eliminare (foto 4). Passati 15 minuti dal bollore, con un frullatore ad immersione diamo una veloce frullata alla confettura in modo che abbia una consistenza più omogenea (foto 5). Facciamo sobbollire ancora per 15 minuti, facendo attenzione a che non bruci.

Procediamo quindi con la prova del piattino: con un cucchiaino versiamo un po' di confettura in un piatto. Inclinandolo, la confettura dovrebbe scivolare molto lentamente (foto 6). A questo punto la confettura è pronta e possiamo versarla in vasetti di vetro precedentemente bolliti per 15 minuti insieme ai loro coperchi e perfettamente asciutti.

Quindi procediamo con la sterilizzazione. Chiudiamo bene i vasetti con i loro tappi "twist off" (quelli con il rigonfiamento al centro) e passiamoli in forno a 180°C per 11 minuti. Spegniamo il forno, apriamo lo sportello e lasciamo raffreddare i vasetti per qualche minuto, dopodichè li capovolgeremo e li lasceremo raffreddare completamente.

Questo procedimento, oltre a sterilizzare ulteriormente i vasetti in quanto in forno la confettura riprende il bollore, permetterà anche all'aria all'interno di consumarsi per cui i contenitori andranno sottovuoto, consentendo così alla marmellata di conservarsi inalterata per un anno intero.

E' possibile realizzare la confettura anche senza la pectina, ma io credo che il suo utilizzo ne migliori la qualità, il gusto e il colore, in quanto consente di accorciare notevolmente i tempi di cottura. Per ottenere infatti la stessa consistenza per questa marmellata senza l'aggiunta della pectina ci vorrebbe almeno un'ora di cottura in più, ma alla fine né il colore né gli aromi della frutta sarebbero più gli stessi.

Per curiosità, dubbi, domande relative alle nostre ricette e non solo, potete venirci a trovare sulla nostra pagina Facebook  o su TwitterPinterest, ed Instagram. Praticamente ci trovate ovunque.. :D

Se vi piacciono le nostre ricetta e se volete rifarle e fotografarle, taggateci nelle vostre foto di instagram come ilcantucciodiromeo!

Print Friendly
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *